Il Turismo

Ricettività   –   Balneazione   –   Accoglienza

Sottoscrivere un protocollo d’intesa e tavolo operativo con tutte le attività produttive coinvolte nelle varie forme di ricettività turistica per creare pacchetti integrati e proposte qualificate e diversificate, in grado di valorizzare tutte le risorse territoriali (storico-archeologiche, artistico-paesaggistiche, marinaro-balneari, silvo-mediterranee, olivicole, ortofrutticole, agrituristiche).

Revisionare il Piano comunale delle coste con l’indicazione dell’uso per le aree demaniali e dei suggerimenti per le aree annesse. Rivalutare lungo la costa tra cala Incina e cala Pantano (a nord del centro urbano) e tra cala Portavecchia e zona Pantanelli (a sud) aree, percorsi e accessi pubblici.

Approvare un nuovo regolamento per le strutture precarie, balneari e non.

La Persona

Giovani – Anziani – Benessere

Contrastare tutte le forme di povertà e di dipendenza, con interventi, mirati e strutturali, in sinergia con gli altri enti coinvolti.

Favorire un’economia sostenibile e nuovi orizzonti occupazionali
Promuovere le forme di imprenditoria giovanile legate alla creatività, all’innovazione e al rilancio di tradizioni locali autentiche.

Raccogliere la disponibilità di pensionati attivi a svolgere lavori socialmente
utili, legati alla sicurezza dei cittadini e alla sorveglianza dei luoghi pubblici.

Realizzare un Centro di convivialità e di solidarietà adiacente all’attuale edificio della mensa sociale per istituire un servizio efficace di “sostegno sociale”, capace di promuovere adeguate forme di inclusione e solidarietà.

Il Territorio

Verde   –   Mobilità   –   Manutenzione

Valorizzare il verde urbano (ville, viali, giardini e parchi) al fine di migliorare la vivibilità dei quartieri, con particolare attenzione agli aspetti naturalistici delle lame e dei loro sbocchi al mare.

Rivitalizzare la macchia mediterranea del gradino premurgiano (Monte S. Nicola, Monte Monsignore).

Redigere il Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums).

Ridefinire la viabilità dolce e veloce in ambito urbano (centro “murattiano”, porto, lungomare) con la creazione di un terminal nell’area delle Casermette (a monte della stazione
ferroviaria), comprendente: stazione pulman di linea, scambio treno-pulman-auto-bicicletta; parcheggio automobili, ciclomotori e biciclette; Centro servizi.

Revisionare il Piano della manutenzione del verde e delle opere pubbliche.

Il Mare

Litoranea   –   Porto   –   Capitolo

Riorganizzare le aree portuali (comunali e demaniali): schema di assetto dell’area P1 (porto attuale) e dell’area P2 (zona ex Clio), contemperando le richieste dei privati con l’interesse pubblico.

Progettazione da parte dell’Amministrazione dell’area portuale di proprietà comunale (circa 2 ettari e mezzo).

Sinergia con l’Autorità portuale e il Demanio per la redazione del nuovo Piano regolatore portuale.

Rilanciare la zona turistico-balneare del Capitolo, creando un viale alberato
ciclo-pedonale, in sostituzione dell’attuale litoranea carrabile e riorganizzando la rete viaria e i parcheggi. Realizzare un polo civico di contrada con funzioni specifiche di coordinamento delle iniziative ecologico-culturali, sportivo-ricreative ed eno-gastronomiche.